Disagio diffuso: il “Metodo alla Salute” diventa transumante

La Fondazione Nuova Specie onlus, con sede a Troia (FG), riconosciuta quale “Persona Giuridica” da parte del Ministero dell’Interno e iscritta al n. 429 della Prefettura di Foggia, da oltre 50 anni ha messo a punto un metodo innovativo ed alternativo a psicofarmaci e psicoterapie per il trattamento del disagio diffuso.
Da circa 60 anni, infatti, si è evidenziato un profondo “mutamento antropologico” che ha mandato in frantumi la millenaria cultura organica contadina del “Villaggio-Mondo” e ci ha introdotti nel “Mondo-Villaggio” caotico, veloce, liquido, aperto, contingente, finanziarizzato, ingiusto, eco-inquinante, etno-migrante.
Da circa 60 anni, le istituzioni, precedentemente preposte alla crescita (famiglia, scuola, chiesa, sanità, politica, economia, mass media), si sono rilevate progressivamente inadeguate e in crisi, in evidente difficoltà a prendere in carico gli individui, soprattutto in età evolutiva. Oggi, è sempre più difficile crescere bene e strutturare la propria interiorità e le competenze di vita adulta e progettuale. Di conseguenza, da circa 60 anni, c’è sempre meno “salute” che, dal sanscrito “sarva”, significa “intero, non frantumato”; le persone, a ogni età, manifestano il “disagio diffuso”, ovvero segni e sintomi di parzialità, dismaturità, frantumazione e regressione.
Dal 1966, Il Progetto Nuova Specie, partendo da un nuovo punto di vista sull’esistenza (Epistemologia Globale, Quadrimensionalismo), sta sperimentando nuove modalità e opportunità di crescita che si rifanno a un modello di salute personalizzata globale: il “Metodo Alla Salute”.
Il Metodo Alla Salute è una metodologia di intervento globale che: prende in carico ogni espressione di “disagio diffuso”; è aperto a ogni fascia di età; supera l’ottica della specializzazione e si propone anche come alternativa a psicofarmaci e psicoterapie; coinvolge la famiglia e il territorio; si avvale dei “Gruppi alla salute” e di una rete sinergica tra volontari, operatori e associazioni territoriali, afferenti alla Fondazione Nuova Specie.
Per quasi 40 anni tale metodologia è stata applicata in un servizio pubblico, presso il Centro di Medicina Sociale dell’azienda ospedaliero-universitaria di Foggia, diretto dal dottor Mariano Loiacono, attraverso i “Gruppi alla salute”, le “Settimane Intensive”, momenti di check-up globali individuali e di gruppo, metodologia dareforma, convegni e corsi di formazione, coinvolgendo numerose associazioni ed istituzioni, ad esempio l’Università di Urbino, facoltà di Sociologia, in collaborazione con la quale è stato portato avanti per diversi anni un corso di perfezionamento teorico-prassico.
Dal mese di settembre u.s., la Fondazione Nuova Specie ha avviato una nuova sperimentazione coinvolgendo tutto il territorio italiano, attraverso le diverse associazioni “Alla Salute” che da anni collaborano con essa.
La nuova sperimentazione è stata chiamata “Transu.Mas”, cioè Metodo Alla Salute Transumante, che si presenta quale evoluzione del “Mas.tr.o.” (Metodo Alla Salute Trattamento Ordinari), sperimentato in maniera continuativa sia in Puglia che nelle Marche. Il progetto è rivolto soprattutto a chi ha bisogno di avere una continuità di trattamento nel percorso del Metodo Alla Salute.
Il progetto è detto “transumante” perché la persona in trattamento fa un percorso col Metodo Alla Salute partecipando alle diverse iniziative proposte dalla Fondazione Nuova Specie (settimane intensive, convivenze intensive, ecc.), in aggiunta a settimane che saranno gestite e organizzate dalle diverse associazioni Alla Salute regionali sparse in tutta Italia, nei propri territori di appartenenza, in un percorso continuativo e molteplice.
L’importanza di questo progetto è data dalla opportunità di poter far crescere una fitta rete di “contesti devoti” all’interno di tutto il territorio italiano, favorendo l’intreccio e lo scambio progettuale e la crescita di competenze nuove e più globali per la complessità odierna. Il Transu.Mas. permette anche una diversificazione della “offerta”, che risente delle molteplici caratterizzazioni territoriali, collegate alle caratterizzazioni tipiche di ogni regione.
È da sottolineare che tale progetto, altamente innovativo nel campo del disagio, e non solo, è portato avanti interamente grazie al contributo volontario delle associazioni e delle persone che vi si coinvolgono. Tutte le attività della Fondazione Nuova Specie, inclusa la costruzione del Villaggio Quadrimensionale a Troia (FG), sono portate avanti senza soldi di Comune, Provincia, Regione, Stato, Comunità europea. Un miracolo onlus, voluto e finanziato da donazioni individuali e iniziative di associazioni alla salute regionali dal Friuli alla Sicilia.
Il Transu.Mas., dopo una prima fase di sperimentazione che si è tenuta dal mese di settembre a dicembre 2017, è ripartito per una nuova seconda sperimentazione che ha avuto inizio il 4 di marzo u.s. con la partecipazione dei soggetti coinvolti e dei loro accompagnatori al Progetto “Rainbow”, un progetto di convivenza intensiva per situazioni psicotiche e non, della durata di due settimane. A seguire, il Transu.Mas. proseguirà nel territorio pugliese, in collaborazione con l’associazione Alla Salute onlus di Foggia, con l’associazione Alla Salute onlus di Cerignola e con la associazione Nuova Specie di Troia, in cui vi sarà anche la prima sperimentazione del progetto “Eroi meiotici”. Poi il Transu.Mas. proseguirà in Abruzzo, in collaborazione con l’Associazione Alla Salute onlus Abruzzo; nelle Marche, in occasione della Settimana Intensiva Regionale organizzata dalla Fondazione Nuova Specie onlus in collaborazione con l’Associazione Alla Salute onlus Marche; ed infine in Romagna, con la collaborazione dell’Associazione Alla Salute Romagna,

Ultimi Interventi ed Opinioni (Apri archivio)